iconeFB Le Webcam iconeFB I video iconeFB Diaporama iconeFB Mappa di Le Lavandou Contattaci
< Indietro

Il Castello

UN PO’ DI STORIA...

519

Il Sieur Honnoraty fece erigere la propria casa a pochi metri dall'acqua, traendo ispirazione da uno stile architettonico ereditato, senza dubbio, dalle rive del Lago di Garda. Le pietre giungono da Tourris e alcuni muri hanno uno spessore di oltre 80 cm. La sua costruzione, conclusa nel 1881, sarebbe durata 40 anni! Grande viaggiatore e innamorato di Le Lavandou, questo farmacista ed erborista di Toulon si imbarcava sovente da Le Lavandou per l'isola di Port-Cros alla ricerca di piante medicinali.

Gli dobbiamo l'acclimatazione del Kaki in Francia. Una volta, il mare arrivava fino ai piedi del Castello e gli anziani di Le Lavandou si ricordano dei bagni nella sala al piano terra.

Francesco da Paola...
Una delle credenze locali afferma che nel 1482, il monaco calabrese Francesco da Paola, celebre per i suoi miracoli, fu pregato dal re Luigi XI gravemente malato, di raggiungerlo. Non potendo sbarcare a Marsiglia, colpita dalla peste, Francesco da Paola fece marcia indietro e si avvicinò alla riva di Le Lavandou.

Era lì, a pochi metri dal castello, su una roccia a fior d'acqua, che lasciò l'impronta del suo piede e il suo bastone da pellegrino. Cinque secoli più tardi, la leggenda di San Francesco da Paola che ha liberato le nostre coste dalla peste, è ancora viva.

Il Piede di San Francesco
Francesco Martorello nacque in Calabria nel 1416.

Divenuto sacerdote, la sua fama di taumaturgo e la sua vita piena di virtù lo fecero chiamare da Luigi XI per ottenere una guarigione miracolosa.

Partito di Ostia in barca a fine 1481, con destino Francia, il sant'uomo ha raggiunto le nostre coste, dopo essersi visto negare l'ingresso ai porti di Marsiglia e in altre città marittime devastate dalla peste.

Secondo la leggenda, San Francesco da Paola lasciò in una roccia, l'impronta del suo piede e del suo bastone da pellegrino quando sbarcò qui nel 1482.

Il Castello diventa la Casa di Le Lavandou

75

Lo possiamo ritrovare su tutte le cartoline antiche ed è senza dubbio la figura emblematica di Le Lavandou. 

"Il Castello", come lo chiamiamo qui, troneggia fiero sul Quai Gabierl Péri, orientato al largo, come l'isolotto di case dei pescatori che rappresenta, ad oggi, il cuore della Le Lavandou di una volta.

L'Ufficio del Turismo di Le Lavandou si trova ora nella "Maison du Lavandou" e accoglie tutti voi...


Scopri i lavori del castello...

Scopri le foto dell'inaugurazione...

Il Piede di San Francesco

Francesco Martorello nacque in Calabria nel 1416.

Divenuto sacerdote, la sua fama di taumaturgo e la sua vita piena di virtù lo fecero chiamare da Luigi XI per ottenere una guarigione miracolosa.

Partito di Ostia in barca a fine 1481, con destino Francia, il sant'uomo ha raggiunto le nostre coste, dopo essersi visto negare l'ingresso ai porti di Marsiglia e in altre città marittime devastate dalla peste.

Secondo la leggenda, San Francesco da Paola lasciò in una roccia, l'impronta del suo piede e del suo bastone da pellegrino quando sbarcò qui nel 1482.